.:Home: :Archivio: :Forum:. Ultimo aggiornamento: Domenica, 15 Marzo, 2015

 

.:Sito:.


Home
Cos'è questo sito?
Archivio
Mai dire D&D
Pisquano Fantasy
Download
Contributi esterni


.:Avventure:.


Compagnia dell'Est
Compagnia dei Ghiacci
Compagnia dell'Ovest
Figli del Lupo


.:Forgotten Realms:.


Ambientazione
Cronologia


.:Planescape:.


Ambientazione
La Regola del Tre


.:Sondaggio:.



Archivio sondaggi

COMPAGNIA DELL'EST -> AVVENTURE


13 / 14 MARPENOTH 1367 C.V.  -  19 APRILE 2002 C.G.


Inizia il viaggio della compagnia attraverso la foresta. Passa una giornata di marcia e il carro procede senza intoppi nella fitta nebbia che invade Cormanthor. Al tramonto la compagnia si accampa in un luogo un po' in disparte rispetto alla strada e si prepara a trascorrere la notte. Nella notte però vengono sorpresi e catturati da un gruppo di elfi silvani dall'aspetto particolarmente selvaggio. Gli elfi dicono che la compagnia è finita nel loro territorio e che dovrà essere giudicata per sapere se è degna di attraversarlo; così il gruppo viene accompagnato al villaggio degli elfi e al cospetto del loro capo, un mezzelfo di nome Kirillia. Si tratta di un mago specializzato in magia selvaggia che viene dalle lontane terre dell'est e che ha fatto delle sue conoscenze un vero e proprio culto. Egli sostiene che gli dei nove anni fa hanno mostrato la vera via, ovvero che la magia non può essere controllata, il mago può liberare energia magica ma questa si comporterà in base al merito di chi lancia l'incantesimo. Kirillia poi dice agli avventurieri che se vogliono attraversare il loro territorio devono prima andare in un antico tempio degli elfi silvani e liberarlo da qualunque cosa ora vi risieda. Prima però, per dimostrarsi degni, i maghi del gruppo devono superare una prova: eliminare una creatura usando al massimo tre incantesimi. Affrontano la prova Sayan e Filo e con loro stupore la creatura da eliminare è una semplice lepre. In realtà la zona dove avviene la prova è immersa in un bolla di magia selvaggia e il compito risulta molto complicato. I due maghi in definitiva non riescono a eliminare l'animale ma Kirillia decide lo stesso di lasciarli andare al tempio, perché in fondo la magia che hanno liberato non ha recato loro danni. Così la compagnia si rimette in cammino e presto arriva all'antico tempio. La costruzione appare subito molto strana, è chiaramente una struttura antichissima, ma osservando bene si possono scorgere vere e proprie "chiazze" di materia nuova e non deteriorata. Il gruppo procede attraverso le antiche stanze e improvvisamente incontra un elfo; se ne sta vicino ad una parete, passando la mano sopra al muro rovinato dagli anni e sembra non credere ai propri occhi. Quando si accorge della presenza degli avventurieri chiede loro cosa sia successo e in che anno siano. Allora racconta che lui viene dal passato, che lui operava come mago nella comunità che abitava il tempio e praticava esperimenti per migliorare la qualità della vita dei suoi simili. Un giorno però nel tempio scoppiò un tumulto di proteste scatenato da un gruppo deciso a cambiare il culto della dea Aerdrie Faenya lì professato, con quello del più "anarchico" Fenmarel Mestarine. I rivoltosi raggiunsero la stanza del mago nel momento in cui stava provando uno dei suoi incantesimi e pensando che stesse per attaccarli risposero lanciando anche loro un incantesimo Lo scontro delle due magie ebbe un effetto inaspettato, aprì un varco per una strana dimensione e causò delle spaccature tra il primo piano materiale e l'altra dimensione, provocando degli sbalzi temporali. Il mago così fu proiettato nell'altra dimensione dove vide cose indicibili e poi tornò nel primo piano materiale, ma lontano nel futuro. Mentre parla lo stregone svanisce lentamente fino a sparire del tutto finito chissà dove nel tempo. La compagnia continua a perlustrare l'edificio e il loro prossimo incontro li lascia senza parole. In un corridoio incontrano un nano identico a Showtime e anche con lo stesso comportamento. I due Showtime gridano subito "all'impostore" l'uno contro l'altro e si gettano all'attacco. In realtà sono veramente la stessa persona, solo che quello incontrato nel corridoio viene da 1 ora nel futuro. Presto Sayan si accorge di questo fatto e cerca di dividere i due per evitare risvolti drammatici. La cosa risulta difficoltosa, ma alla fine anche grazie all'aiuto del Sayan del futuro intervenuto dopo qualche minuto, i due nani vengono separati, subito prima che i due "viaggiatori del tempo" vengano rispediti nel futuro. Dopo un po' di riposo il gruppo riparte e presto si trova di nuovo a combattere, questa volta contro un gruppo di non-morti, degli heucuva. I membri della compagnia riescono tutti a mettersi in salvo tranne Showtime che rimane da solo ad affrontare i mostri. Presto il nano, messo alle strette, viene preso da furia combattiva e comincia a roteare l'ascia mietendo vittime. Sayan accortosi che il nano da solo non può farcela interviene nello scontro e i due riescono ad eliminare tutti i mostri. Alla fine del combattimento però avviene la tragedia: Sayan preso dalla gioia della vittoria conseguita si getta verso Showtime per festeggiare, il nano però è ancora nel suo stato furioso di berseker e vedendo la creatura che gli si getta contro non come un amico, ma come un altro avversario da battere, colpisce Sayan a morte. Solo dopo, quando finalmente si calma e capisce quello che ha fatto, il nano rimane in ginocchio sul corpo del suo amico a piangere per la disperazione.

 

< vai all'indice >
.:Forum:.


Indice
Discussioni Generali
Giochi di Ruolo
Appuntamenti
Pisquano Fantasy


.:Varie:.


Link
Contatti
Segnala errori
Disclaimer
Vecchio sito


.:Dice Roller:.


Dice Roller


.:Statistiche:.





 

Tutto il materiale presente in questo sito è © Copyright dei rispettivi proprietari. Pubblicazione amatoriale, intesa al solo scopo d'intrattenimento.