.:Home: :Archivio: :Forum:. Ultimo aggiornamento: Domenica, 15 Marzo, 2015

 

.:Sito:.


Home
Cos'è questo sito?
Archivio
Mai dire D&D
Pisquano Fantasy
Download
Contributi esterni


.:Avventure:.


Compagnia dell'Est
Compagnia dei Ghiacci
Compagnia dell'Ovest
Figli del Lupo


.:Forgotten Realms:.


Ambientazione
Cronologia


.:Planescape:.


Ambientazione
La Regola del Tre


.:Sondaggio:.



Archivio sondaggi

COMPAGNIA DELL'EST -> AVVENTURE


18 / 21 HAMMER 1368 CV - 14 MARZO 2004 C.G.


La Compagnia del Drago, dopo aver recuperato il Mantello della Passione, torna a Glister. Sayan indossa con fierezza il prezioso indumento. Il gestore della locanda dove gli avventurieri hanno precedentemente pernottato racconta loro che un ragazzo, che ha detto di essere loro amico, li ha cercati. Salimba chiede all'uomo la descrizione del ragazzo e dalle parole del locandiere sembra riconoscere il ragazzino che aveva derubato Berto quando la compagnia stava a Phlan. Sayan e Salimba si recano al mercato per trovare una carovana o una guida che li possa accompagnare attraverso le Distese Grigie verso casa. Arrivati al centro della città vedono un assembramento di persone, Salimba si avvicina e vede il corpo di un mercante riverso al suolo, una profonda ferita da arma da taglio gli ha squarciato il petto. Intanto Sayan si accorge di alcuni chierici di Tempus che stanno facendo delle domande in giro e gira a largo. I due avventurieri chiedono in giro e trovano un mercante che può far da guida al gruppo, si tratta di Grimlas un uomo che sta cercando un gruppo con cui attraversare le Distese Grigie. I tre si accordano per partire la mattina seguente e si salutano. Intanto i chierici di Tempus si recano alla locanda dove Berto e Pasquale stanno mangiando. I due vengono interrogati e scoprono che i chierici stanno cercando Salimba per il delitto di cui era stato accusato la prima volta che la compagnia era arrivata a Glister. Pasquale conferma tutta la storia e le accuse fatte al compagno. Dopo alcuni minuti Salimba entra nella stanza e i chierici gli intimano di fermarsi. Lo psionico non ci pensa un attimo e uscito dalla locanda si rende invisibile per poi allontanarsi indisturbato. Sayan, anche lui tornato alla locanda, racconta che il loro compagno ha commesso il delitto di cui viene accusato e si reca al tempio-caserma di Tempus per deporre. Dice che Salimba è un assassino e che ha lasciato la compagnia quando è stato smascherato; lo stesso fanno tutti gli altri membri del gruppo. La mattina seguente la compagnia si prepara a partire, Salimba sta in mezzo al gruppo invisibile. Gli avventurieri lasciano la città senza grossi problemi, solo un semplice controllo all'uscita; in realtà sembra che i chierici di Tempus stiano sì cercando il fuggiasco, ma senza troppo impegno. Passano due gironi di viaggio e nulla turba la tranquillità dei viaggiatori se non un terribile incubo che turba i sogni di Sayan durante la prima notte. La seconda notte, mentre lo stregone sta facendo il suo turno di guardia, improvvisamente si accorge che i cavalli sono fuggiti e tutte le scorte di cibo e acqua sono sparite. La situazione è molto grave e Sayan non capisce come sia possibile che non si sia accorto di niente. La mattina, mentre il gruppo sta decidendo il da farsi, improvvisamente sbucano dal nulla alcuni ogre che attaccano senza esitazione. Gli avventurieri se la cavano egregiamente, ma Pasquale viene gravemente ferito dal capo, un ogre barbaro. E' Grimlas a dare il colpo di grazia al mostro salvando il paladino. Vinto lo scontro Berto esegue un incantesimo di parlare con i morti e si fa indicare da uno degli ogre dove trovare il loro accampamento. Improvvisamente Sayan esclama "moriremo tutti!"; i suoi compagni lo guardano stupiti e vedono che il suo sguardo è fisso, assente. Berto scuote lo stregone che improvvisamente inizia a parlare con voce di donna :"Sono colei che è stata maledetta dalla brama di potere, liberatemi e vi darò l'Anello dell'Inverno, immergete il mantello nel Lago Proibito. Salvatemi e avrete l'Anello, condannatemi e sarete condannati!". Detto questo Sayan torna in sé, ma non ricorda nulla di quello che è accaduto. Grimlas dice di sapere cosa sia il Lago Proibito; una leggenda narra di un luogo sacro agli dei nel cuore delle Distese Grigie dove i chierici di Ilmater si recavano ad espiare le proprie colpe. Con la caduta degli dei, nel Periodo dei Disordini, il lago perse il suo potere e i fedeli di Ilmater distrussero tutte le carte che indicavano la strada per raggiungerlo perché non fosse profanato. Nessuno dunque sa dove il Lago Proibito si trovi. Gli avventurieri decido quindi di cercare l'accampamento degli ogre, loro forse conosceranno la strada giusta. Seguono le indicazioni estorte con la magia e raggiungono un piccolo gruppo di tende dove gli ogre vivono. Senza tanti indugi Berto evoca con la magia sei lupi e li lancia all'attacco. Inizia un duro combattimento. Gli ogre eliminano velocemente i lupi e si gettano contro gli avventurieri. Pasquale e Berto ingaggiano il combattimento, Salimba si solleva in volo e attacca i mostri con i suoi poteri e Sayan scaglia frecce dalla distanza. Gli ogre però scorgono lo stregone e in due si gettano su di lui che subito si prepara per il combattimento corpo a corpo. I mostri sono temibili e Berto viene ferito gravemente. Sayan intanto viene raggiunto da una serie di colpi micidiali e cade pesantemente sul terreno. Berto esegue un incantesimo di santuario e riesce a curarsi, mentre Pasquale e Salimba continuano a combattere. Alla fine la Compagnia vince lo scontro e uno degli ogre viene catturato per essere interrogato. Subito gli avventurieri corrono a soccorrere Sayan, ma si accorgono che per lui è ormai troppo tardi, i colpi inferti dagli ogre non gli hanno lasciato scampo. Il prigioniero viene interrogato da Pasquale che promette al mostro di lasciarlo libero se indicherà come raggiungere il Lago Proibito. "Voi cercate la roccia maledetta" dice l'ogre. "Dovete seguire il sole quando cade per due giorni e sarete arrivati. Siete dei pazzi se andate lì, nessuno può andarci, chiunque si avvicina viene attaccato dagli spiriti maligni che gli strappano il cuore e gli rubano l'anima." L'ogre chiede poi di essere liberato come promesso e Pasquale, con un sorriso stampato sulle labbra, affonda la fredda lama della sua spada nel ventre del prigioniero uccidendolo. La Compagnia del Drago sa ora dove trovare il Lago Proibito, ma a duro prezzo, Sayan compagno di tante avventure è perduto. Nessuna lacrima viene sprecata, Pasquale si affretta a recuperare gli oggetti dello stregone e, afferrato il Mantello della Passione, lo indossa soddisfatto.

 

< vai all'indice >
.:Forum:.


Indice
Discussioni Generali
Giochi di Ruolo
Appuntamenti
Pisquano Fantasy


.:Varie:.


Link
Contatti
Segnala errori
Disclaimer
Vecchio sito


.:Dice Roller:.


Dice Roller


.:Statistiche:.





 

Tutto il materiale presente in questo sito è © Copyright dei rispettivi proprietari. Pubblicazione amatoriale, intesa al solo scopo d'intrattenimento.