.:Home: :Archivio: :Forum:. Ultimo aggiornamento: Domenica, 15 Marzo, 2015

 

.:Sito:.


Home
Cos'è questo sito?
Archivio
Mai dire D&D
Pisquano Fantasy
Download
Contributi esterni


.:Avventure:.


Compagnia dell'Est
Compagnia dei Ghiacci
Compagnia dell'Ovest
Figli del Lupo


.:Forgotten Realms:.


Ambientazione
Cronologia


.:Planescape:.


Ambientazione
La Regola del Tre


.:Sondaggio:.



Archivio sondaggi

COMPAGNIA DELL'EST -> AVVENTURE


18 KYTHORN 1368 CV - 20 DICEMBRE 2004 C.G.


La Compagnia si ritrova nel quartiere straniero di Zhentil Keep dove la popolazione si è rifugiata per sfuggire all'attacco che ha quasi completamente distrutto la città. Salimba casualmente sente la discussione tra un militare e un chierico di Cyric e scopre che il tempio del dio oscuro è stato abbandonato perché sotto attacco. Si reca allora da Pasquale e gli fa notare che questa è forse l'unica occasione per penetrare nell'archivio segreto del tempio. Il gruppo allora si mette in marcia verso il centro della città. Zhentil Keep ormai è un cumulo di macerie, muri crollati e piccoli fuochi sono l'unico spettacolo che rompe la monotonia di quella che ormai è una città fantasma. Corpi di poveretti che hanno vanamente tentato di sfuggire al disastro sono un po' ovunque. Gli avventurieri cercano di raggiungere velocemente il tempio ma si imbattono in una coppia di giganti delle colline che stanno razziando una casa. I due grossi umanoidi attaccano immediatamente, ma Pasquale fa subito capire loro che questa volta non hanno a che fare con sprovveduti cittadini. Il paladino infatti si getta contro il primo avversario e lo colpisce con violenza sotto al ginocchio tagliandogli di netto la gamba; il gigante incredulo cade in ginocchio sul moncherino e Pasquale lo trafigge al petto passandolo da parte a parte; il mostro si piega in avanti e il paladino sfilata la spada gli taglia di netto la testa. Improvvisamente si sente un rumore e da una rimessa lì vicino si vede sbucare, sfondando il tetto, un gigante delle rocce. Il gigante delle colline rincuorato dalla presenza dell'alleato si getta contro Pasquale mentre il nuovo arrivano attacca Usdiba. I due giganti però non sono alla pari della Compagnia e vengono eliminati, anche se alla fine Usdiba viene colpito con forza e cade a terra privo di sensi. Pasquale guarda il copro del chierico esanime, sembra un'occasione unica per approfittare di quello che è diventato un suo pericoloso antagonista. Poi ricorda le consegne di Fzoul Chembryl che ha ordinato di collaborare per raggiungere lo scopo comune e, non senza l'amaro in bocca, cura Usdiba e lo fa riprendere. Qualche minuto per rimettersi in sesto e gli avventurieri ripartono, ma subito incontrano una nuova minaccia. La stretta via che stanno percorrendo sbocca su una strada perpendicolare più grande; proprio sul tetto del palazzo di fronte alla via sta appollaiato un grosso drago rosso. Gli avventurieri tentano dapprima di nascondersi, ma il temibile mostro li scorge e inizia a planare verso di loro che quindi scappano cercando un rifugio. Fanno appena in tempo ad entrare in una casa che il rettile sputa un'ampia fiammata che riempie il vicolo. Gli avventurieri sono per il momento al sicuro, protetti da spesse mura di cemento, ma sanno che il drago è lì fuori ad aspettarli e devono decidere cosa fare. Pasquale e Usdiba decidono allora di affrontare il mostro. I due allora lanciano tutti i loro incantesimi di protezione e potenziamento ed escono correndo dalla casa raggiungendo la strada infondo alla via dove si trovano di fronte al drago. Pasquale sfida apertamente la creatura che non si fa pregare e attacca. La lotta è feroce e cruenta, Pasquale mena potenti fendenti, Usdiba lancia micidiali incantesimi e alla fine anche se feriti, i due avventurieri trionfano. I vincitori, felici per la loro vittoria, si attardano per scuoiare l'animale, recuperandone la pelle prezioso trofeo; ma dopo un po' si accorgono che nord stanno volando altri due draghi verso la loro zona. Pasquale e Usdiba corrono a nascondersi in un palazzo, ma le due creature vedono la carcassa del loro simile e atterrano per capire cosa sia successo. Usdiba allora decide di tentare una mossa che permetterebbe di eliminare anche i due nuovi arrivati; si concentra e lancia un incantesimo giara magica per provare ad impossessarsi del corpo di uno dei due draghi. Le difese magiche della creatura però fanno fallire il tentativo e per di più il mostro si rende conto che qualcuno ha tentato di possederlo e avvertito il compagno i due si mettono a cercare chi possa essere stato. I due avventurieri messi alle strette escono da una finestra sul retro e tentano di allontanarsi furtivamente, ma uno dei due draghi, alzatosi in volo, li vede e cala in picchiata su di loro. Usdiba si ferma e lancia un incantesimo di attacco, il drago lo investe con una fiammata, ma il chierico, che aveva precedentemente lanciato una protezione dal fuoco, non subisce alcun danno. Il rettile prosegue nella sua picchiata e raggiunge Pasquale che si prepara al combattimento mettendosi spalle al muro per tentare di lasciare meno spazio di movimento al suo avversario. Intanto sopraggiunge anche l'altro mostro che si getta su Usdiba, che però fa appena in tempo a lanciare un guscio anti vita in modo da impedire attacchi fisici da parte del suo avversario. Intanto il paladino affronta il suo avversario in un combattimento durissimo mentre Usdiba si allontana seguito dal secondo drago e si rifugia in una casa. Il suo inseguitore comincia a tempestare l'abitazione di colpi e fiammate. Il chierico si rifugia nello scantinato e attende un po' di tempo. Intanto Pasquale riesce a configgere il suo avversario anche se con grande sacrificio e si dirige verso la casa dove si era rifugiato Salimba. Quando sembra che le acque si siano calmate Usdiba esce dal suo rifugio e subito viene colpito da un fulmine magico scagliato dal drago che lo stava aspettando. Il chierico scappa e raggiunge i suoi compagni ancora difeso dall'incantesimo di protezione dal fuoco. A questo punto Salimba usa uno dei suoi poteri per limitare i danni su Pasquale e il paladino torna alla carica. Inizia un nuovo feroce duello, ma questa volta interviene anche Usdiba che colpisce il drago con un potente incantesimo divino. Il rettile subito si lancia sul chierico e lo atterra bloccandolo al suolo con i suoi potenti artigli. Pasquale interviene e colpisce con vigore il drago che alla fine è battuto. I due avventurieri sono esausti, ma consapevoli di aver compiuto una grande impresa, non molti possono vantare di aver ucciso tre draghi rossi. Ma non c'è tempo per rallegrarsi, il tempio di Cyric aspetta.

 

< vai all'indice >
.:Forum:.


Indice
Discussioni Generali
Giochi di Ruolo
Appuntamenti
Pisquano Fantasy


.:Varie:.


Link
Contatti
Segnala errori
Disclaimer
Vecchio sito


.:Dice Roller:.


Dice Roller


.:Statistiche:.





 

Tutto il materiale presente in questo sito è © Copyright dei rispettivi proprietari. Pubblicazione amatoriale, intesa al solo scopo d'intrattenimento.