.:Home: :Archivio: :Forum:. Ultimo aggiornamento: Domenica, 15 Marzo, 2015

 

.:Sito:.


Home
Cos'è questo sito?
Archivio
Mai dire D&D
Pisquano Fantasy
Download
Contributi esterni


.:Avventure:.


Compagnia dell'Est
Compagnia dei Ghiacci
Compagnia dell'Ovest
Figli del Lupo


.:Forgotten Realms:.


Ambientazione
Cronologia


.:Planescape:.


Ambientazione
La Regola del Tre


.:Sondaggio:.



Archivio sondaggi

24 GENNAIO 2008


IO SONO LEGGENDA... 3 VOLTE

Tutti saprete che Io sono leggenda il film in programmazione nelle sale cinematografiche in questi giorni è tratto dall'omonimo romanzo di Richard Matheson datato 1954. Non tutti però forse sanno che la pellicola con protagonista Will Smith non è altro che la terza trasposizione dello stesso programma preceduta da L'ultimo uomo della Terra del 1964 e da 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra del 1971.
I tre film sono molto diversi tra loro, sia perchè hanno ognuno preso una strada diversa nel discostarsi chi più chi meno dal romanzo originale, sia per l'ampio gap temporale che li divide. Sarebbe pertanto difficile fare un confronto tra le tre pellicole che vanno comunque inquadrate nel momento storico in cui sono uscite.
Abbiamo dunque preferito non fare confronti nè dare un nostro giudizio lasciando a voi, se preferite, l'onere e il piacere di visionare i tre lavori o semplicemente di andare a cercarne le diverse recensioni facilmente reperibili in internet. Noi invece abbiamo immaginato un'intervista in parallelo dei protagonisti dei film, allestendo così un gioco che vi permetta in maniera divertente e immediata di avere un quadro generale dell tre storie. L'intervista che segue per sua stessa natura contiene diverse anticipazioni sulla trama dei film, quindi se avete intenzione di vederli e non volete rovinarvi la sorpresa evitate di leggerla.

IO SONO LEGGENDA (2008)

1975: OCCHI BIANCHI SUL PIANETA TERRA (1971)

L'ULTIMO UOMO DELLA TERRA (1964)

NOME
Robert Neville
Robert Neville
Robert Morgan
ALIAS
Will Smith
Charlton Heston
Vincent Price
DOVE VIVI?
New York
Los Angeles
Una metropoli indefinita, probabilmente Los Angeles (ma la mia storia è girata a Roma in zona EUR)
CHE ANNO E'?
2012
1975
1968
CHE LAVORO FAI?
Sono uno scienziato dell'esercito.
Sono uno scienziato dell'esercito.
Sono uno scienziato in un centro di ricerca.
E NEL TEMPO LIBERO?
Vedo Shrek, ascolto Bob Marley, gioco a golf.
Vado al cinema a vedere il film di Woodstock.
 Vedo vecchi filmati, in particolare riprese della mia famiglia.
COS'E' SUCCESSO?
 Un virus modificato geneticamente per combattere il cancro si è dimostrato letale.
 La guerra batteriologica tra Russia e Cina ha liberato un virus letale.
 Un virus sconosciuto trasportato dal vento ha colpito l'intero pianeta.
TU COME TI SEI SALVATO?
 Misteriosamente sono immune all'effetto del virus.
 Colto dai primi sintomi mi sono iniettato un vaccino sperimentale da me ideato.
 Forse perchè una volta a Panama sono stato morso da un pipistrello vampiro, il mio organismo resistette e così ne rimasi immunizzato.
CHI SONO I TUOI AMICI?
 Sam (Samantha) il mio cane.
 Il busto di Giulio Cesare che sfido in interminabili partite a scacchi.
 Non ne ho, sono solo.
CHI SONO I TUOI NEMICI?
 Quelli che non sono stati uccisi dal virus diventano mostri sanguinari che muoiono alla luce del sole e si aggirano pericolosamente durante la notte in cerca di sangue. Sono forti, veloci, spietati e con ridotte capacità intellettive.
 Il virus trasforma le persone in esseri albini dagli occhi bianchi che odiano la luce del sole. Le loro doti intellettive restano intatte, ma diventano psicopatici e fanatici, convinti che tutto quello che sia legato al progresso e alla tecnologia sia da distruggere perchè colpevole di quanto è accaduto. Si fanno chiamare la Famiglia.
 Quelli che muoiono a causa del virus rinascono come vampiri. Hanno ridotte capacità intellettive e motorie, odiano l'aglio e la loro immagine riflessa. Sono in continua ricerca di sangue.
CHI LI GUIDA?
 Uno di loro sembra più scaltro e sembra essere una specie di capo branco che impone il suo predominio con la forza.
 Il loro capo è Matthias un personaggio carismatico e farneticante. Prima di essere colpito dal virus era un giornalista.
 Non hanno un capo, ma gli assalti alla mia casa sono guidati da Sam Cortman. Prima di morire era un mio amico, quasi un fratello minore, ora passa le notti a battere sulla porta e sulle finestre chiamando il mio nome smanioso di succhiare il mio sangue. Se potessi trovarlo lo eliminerei trafiggendolo come gli altri.
COME COMBATTI LA SOLITUDINE?
 Ho sparso dei manichini in giro per la città con cui parlo come se fossero reali. Un mio messaggio registrato invita chiunque sia sopravvissuto a recarsi al molo dove tutti i giorni a mezzogiorno aspetto che qualcuno mi raggiunga.
 Quando vado nei negozi a prendere qualcosa che mi serve parlo con i cadaveri dei commessi come se fossero ancora vivi e stessero facendo il loro lavoro.
 Ogni tanto uso la radio per cercare di contattare qualche eventuale superstite.
CHE FINE HA FATTO LA TUA FAMIGLIA?
 Mia moglie e mia figlia sono morte in un incidente in elicottero durante l'evacuazione di Manhattan.
 Non ho famiglia.
 Mia moglie e mia figlia sono morte a causa del virus. Mia figlia è stata portata via dai militari e bruciata come si faceva con tutti i corpi dei deceduti a causa del virus. Con mia moglie non ho permesso che lo facessero, ho nascosto la notizia della sua morte e l'ho seppellita in un campo ignaro di cosa sarebbe successo. La sera stessa è tornata a casa trasformata in vampiro.
ORA DI CHE TI OCCUPI?
 Cerco una cura per il virus.
 Cerco una cura per il virus e combatto la Famiglia.
 Scovo i vampiri e li elimino. Brucio i corpi dei morti perchè non tornino.
PERCHE' NON TE NE VAI IN UN POSTO PIU' SICURO?
 Questo è il punto zero ed è qui il mio posto. Non permetterò che finisca così, posso ancora sistemare le cose.
 Perché questa è casa mia, dove ho sempre abitato, dove continuerò a vivere. Di dove né Matthias, né la Famiglia, né altri superstiti riusciranno a mandarmi via.
 Perché non ho più paura, mi proteggo solo perché sono in tanti e ti sfuggono dalle mani. Presi uno per uno sono deboli, incapaci di pensare, come degli animali affamati.
LA TUA VITA SOLITARIA HA AVUTO UNA SVOLTA, RACCONTA
 Ho incontrato una donna e suo figlio. Anna mi ha salvato dagli infetti e mi ha detto che esisteva una colonia di sopravvissuti nel Vermont.
 Ho incontrato una donna Lisa, Dutch un ragazzo studente di medicina e un gruppo di bambini tutti miracolosamente sfuggiti al virus anche se ne manifestano sintomi leggeri.
 Ho incontrato Ruth Collins una donna spaventata che presentava una forma più leggera della malattia.
ALLA FINE CHE E' SUCCESSO?
 Anna involontariamente quando mi ha portato a casa ferito ha guidato gli infetti fino alla mia abitazione. La notte seguente ci hanno attaccati e mi sono dovuto sacrificare per far fuggire Anna e suo figlio.
 Grazie al mio sangue sano ho guarito uno dei ragazzi che presentava un aggravamento delle condizioni. Una volta guarito lui sosteneva che dovevo offrire la cura anche alla Famiglia. Nonostante gli avessi spiegato che Matthias e suoi non avrebbero mai accettato perchè erano dei fanatici esaltati, il ragazzo si è recato da loro per provarmi il contrario ed è stato ucciso. Io sono corso ad aiutarlo ma sono arrivato tardi. Intanto anche Lisa è stata colpita dalla malattia ed ha condotto Matthias e i suoi a casa mia. Sono riuscito a scappare, ma Matthias mi ha colpito a morte.
 Ruth faceva parte di un gruppo che grazie ad un vaccino riusciva a tenere a bada il virus. Loro mi vedevano come un mostro che aveva smesso di cercare una cura per diventare uno sterminatore di quanti fossero malati. Anche se sono riuscito a far ricredere Ruth e a curarla gli altri mi hanno inseguito e ucciso in un chiesa.
TU SEI LEGGENDA
 Sì, ho dedicato la mia vita alla ricerca di una cura e alla ricostruzione dell’umanità. Ho scoperto quella cura e poco dopo ho donato la mia vita per difenderla.
 Sì, prima di morire ho lasciato a Dutch una provetta con il mio sangue in modo che potesse curare Lisa e chiunque ne avesse bisogno.
 Sì, una volta che un gruppo di malati è riuscito a controllare la malattia e a mantenere la propria umanità io sono rimasto l'unico della mia specie. Io sono diventato il diverso, il mostro da combattere, la leggenda.
LA TUA FRASE STORICA
 Le persone che cercano di far diventare peggiore questo mondo non si concedono un giorno libero.
 Fuori dal sentiero dei topi dove i morti persero le loro ossa.
 Non si può arredare un cimitero e poi chiamarlo casa.
FA UN'ESPRESSIONE INTENSA
 
 
 

 

.:Forum:.


Indice
Discussioni Generali
Giochi di Ruolo
Appuntamenti
Pisquano Fantasy


.:Varie:.


Link
Contatti
Segnala errori
Disclaimer
Vecchio sito


.:Dice Roller:.


Dice Roller


.:Statistiche:.





 

Tutto il materiale presente in questo sito è © Copyright dei rispettivi proprietari. Pubblicazione amatoriale, intesa al solo scopo d'intrattenimento.