.:Home: :Archivio: :Forum:. Ultimo aggiornamento: Domenica, 15 Marzo, 2015

 

.:Sito:.


Home
Cos'è questo sito?
Archivio
Mai dire D&D
Pisquano Fantasy
Download
Contributi esterni


.:Avventure:.


Compagnia dell'Est
Compagnia dei Ghiacci
Compagnia dell'Ovest
Figli del Lupo


.:Forgotten Realms:.


Ambientazione
Cronologia


.:Planescape:.


Ambientazione
La Regola del Tre


.:Sondaggio:.



Archivio sondaggi

18 MARZO 2008


La 4° Edizione è alle porte


Torna il nostro amico Vlad, impareggiabile vampiro della rete, che non ha bisogno di presentazioni con chi ci seguiva già nella precedente versione del nostro sito. E torna per parlarci della tanto attesa 4° Edizione di Dungeons & Dragons, nuova pubblicazione che suscita tanta curiosità quanto timore. Quindi taglio subito con le presentazioni e vi lascio all'articolo del nostro amico. Buona lettura.

La pubblicazione della IV Edizione di D&D è ormai prossima. Annunciata dalla Wizards durante la Gen-Con, questa nuova, attesissima edizione del più famoso tra i giochi di ruolo uscirà a maggio 2008 con il primo manuale, il Player's Handbook. In realtà, alcuni dei prodotti in uscita prima di questa data (Classes and Races e Keep on the Shadowfell) saranno delle effettive preview della IV edizione. Vediamo insieme questa importante novità riguardante IL gioco di ruolo.

La transizione verso la nuova edizione inizierà ad aprile con l'avvento del nuovo starter set di Miniature D&D, seguito dall'espansione Dungeons of Dread. Le vecchie miniature, le cui caratteristiche diverrebbero obsolete con l'uscita della nuova edizione, vedranno l'aggiornamento delle proprie statistiche sul sito web della Wizards.
Il gioco di ruolo sarà sempre diviso nei tre classici manuali. Il Player's Handbook uscirà a maggio, seguito dal Monster Manual a giugno e la Dungeon Master's Guide a luglio, oltre ad (almeno) altri quattro manuali previsti nel corso del 2008. Da notare come ogni manuale cartaceo includerà un codice per sbloccare la versione digitale dello stesso manuale sul sito Wizards (previo il pagamento di una somma per l'attivazione del servizio… quindi nessun applauso alla parola GRATIS…).

La IV edizione continuerà ad utilizzare il sistema di gioco d20, seppure aggiornato. I designer della Wizards affermano che si tratterà di una evoluzione del sistema, piuttosto che di una rivoluzione. L'obiettivo primario è quello di rendere il gioco più veloce e ridurre il "tempo di preparazione" per i master. Ogni classe di personaggio avrà un ruolo specifico e definito nel party. I livelli andranno da 1 a 30 e saranno divisi in tre gruppi: da 1 a 10, da 11 a 20 e da 21 a 30 per quanto riguarda i livelli epici. La volontà è stata quella di evitare la maggiore giocabilità di un intervallo limitato di livelli (il pubblico ha sempre apprezzato maggiormente i livelli dal 7 al 13). Inoltre attraverso i cambiamenti sia nelle classi che nelle razze (i cui privilegi saranno più diluiti nel tempo) ad ogni livello si avranno interessanti opzioni di gioco. Si segnala inoltre la presenza di due nuove razze già nel Player's Handbook. I combattimenti saranno più semplici da preparare, con "ruoli" assegnabili facilmente ad ogni mostro dello scontro ed elidendo o ridisegnando le meccaniche maggiormente complesse come quella dell'Afferrare.

È stato annunciato che la IV edizione sarà sempre all'interno dell'Open Gaming License, e sarà disponibile una nuova SRD (System Reference Document), sebbene potrebbero avvenire alcuni cambiamenti nella gestione delle licenze. La Wizards infatti vuole continuare ad avere manuali di supporto prodotti da differenti editori, come avviene ora con la terza edizione.
Oltre ai manuali e supplementi cartacei, una significativa parte della IV edizione sarà digitale. La Wizards ha appena lanciato la versione beta di D&D Insider, il componente online della nuova edizione. Quando uscirà il Player's Handbook, l'Insider verrà completato e sarà disponibile a tutti i giocatori previa sottoscrizione e pagamento di una (altra) somma mensile (dovrebbe trattarsi di 10 dollari… comincia a diventare un po' esosa questa nuova versione…). Insider garantirà l'accesso ai magazine D&D, chiusi nella loro forma cartacea qualche mese fa e che rivivranno in una nuova versione digitale, oltre che ad interessanti tool sia per i giocatori che per i master, come programmi di creazione dei personaggi, delle mappe e degli scontri. Queste riviste però vivranno in una forma leggermente diversa: nuovi contenuti saranno comunque introdotti tre volte a settimana, ma verranno poi riuniti e ordinati nella forma della tradizionale rivista mensile.
Interessante è anche l'applicazione di D&D Anytime, un tavolo virtuale di gioco che consentirà di giocare a D&D in maniera online. Infine l'abbonamento consentirà l'accesso a forum ed altre feature per la community.

Il programma per la creazione del personaggio includerà anche la possibilità di creare una rappresentazione visiva del proprio personaggio. Tale rappresentazione potrà anche essere utilizzata come una miniatura virtuale del tavolo da gioco di D&D Insider. Il tavolo da gioco virtuale sarà comunque disponibile anche per chi non sottoscrive l'intero Insider, previo pagamento di una (ulteriore) somma (e mo' basta! Non se ne può più!), ed includerà la possibilità di tirare dei dadi, display per i fogli dei personaggi e tre superfici utilizzabili dal Master per descrivere gli incontri. Saranno quindi disponibili mappe pregenerate, "tessere" dai differenti disegni per creare mappe personalizzate od una semplice lavagna per il disegno libero. Queste tre superfici potranno anche essere combinate. Inoltre sarà disponibile una chat vocale, grazie al servizio Vivox, e sarà disponibile una libreria di miniature virtuali tra cui scegliere. Le feature riguardanti la community di Insider saranno collegate strettamente con l'infrastruttura del sito Gleemax. Gli utenti potranno utilizzare i blog, la chat, postare sui forum e costruire le pagine dedicate al proprio personaggio od alla propria campagna. Questa comunità online permetterà maggiore interazione tra i giocatori ed i game designer. I fan che prepareranno proprie idee di campagna, di mostri, di talenti o di altro materiale di gioco, potranno anche scegliere di inviare le proprie creazioni ai magazine online o renderle liberamente scaricabili e votabili dal resto della community.
Data la maggiore attenzione al supporto ed al gioco online, la Wizards ha intenzione di aggiornare i suoi programmi di Organized Play. Lavorando sempre insieme alla RPGA, eventi online saranno aggiunti agli attuali tornei ed eventi live.

A parte queste anticipazioni, veniamo a cosa conterrà effettivamente la IV edizione. La nuova edizione è in lavorazione dal 2005, e nel corso di questi tre anni di sviluppo, la Wizards afferma di aver tenuto in estrema considerazione i feedback dei giocatori.
La prima ambientazione supportata sarà il classico Forgotten Realms, con la speranza di lanciare una nuova ambientazione ogni anno. La 3.5 tuttavia non sarà del tutto abbandonata: alcune serie verranno concluse con questo regolamento, mentre verranno pubblicati dei manuali di sola storia che potranno essere quindi utilizzati insieme a qualsiasi edizione. Ci saranno nuove fonti di potere, cambiamenti nella gestione delle risorse (e degli incantesimi!) e nelle regole. La nuova edizione si avvicinerà al regolamento testato grazie al nuovo Star Wars RPG ed al Book of 9 Swords. Le abilità razziali saranno profondamente modificate. Si è cercato innanzi tutto di ridurre al minimo le differenze tra classi: ai maghi verrà concesso un accesso meno limitato agli incantesimi, da usarsi però alla stregua di semplici attacchi (ad esempio, per lanciare un dardo incantato, sarà necessario effettuare un attacco per colpire). Salendo di livello si potranno scegliere talenti che andranno a potenziare le abilità già possedute o che ne forniranno di nuove. Saranno anche disponibili poteri specifici per ogni razza inseriti all'interno di ogni classe. Ci saranno cose quindi che solo un nano guerriero di 10° potrà fare, per esempio un attacco speciale con la sua fida ascia che arrecherà allo sventurato avversario un danno che andrà ben oltre a quello previsto dal semplice lancio di dado. Il concetto di CLASSE ARMATURA verrà rivoluzionato, risultando un "ibrido" con gli attuali tiri salvezza. Alcune classi infine saranno epurate. Sulla "black list" figurerebbero i monaci, gli stregoni e (ahimè…) i bardi.

Queste erano alcune delle informazioni attualmente disponibili.
La mia sete di D&D sta superando abbondantemente la sete di sangue… Spero di affondare quanto prima i miei canini in una forma cartacea o elettronica dei suddetti manuali.

Il vostro amico, V.

 

.:Forum:.


Indice
Discussioni Generali
Giochi di Ruolo
Appuntamenti
Pisquano Fantasy


.:Varie:.


Link
Contatti
Segnala errori
Disclaimer
Vecchio sito


.:Dice Roller:.


Dice Roller


.:Statistiche:.





 

Tutto il materiale presente in questo sito è © Copyright dei rispettivi proprietari. Pubblicazione amatoriale, intesa al solo scopo d'intrattenimento.