Al Pisquano Fantasy ormai ci siamo abituati a tutto. Abbiamo giocato avventure all'inferno, nel Giappone medievale, o nel multiuniverso, ai giorni d'oggi o durante la guerra del Vietnam. Abbiamo interpretato cavalieri, non-morti, armi intelligenti, beholder, samurai, marines o anche noi stessi. Nonostante tutto il PF2010 sarà speciale. Non tanto per l'avventura o i personaggi (che spero comunque ancora una volta divertenti e sorprendenti), ma perchè sarà il decimo anniversario della nascita del torneo.

Sembra passato un secolo da quando, per la prima volta ci siamo ritrovati in cinque per passare una giornata a giocare di ruolo. Solo un'occasione per trascorrere una giornata diversa doveva essere. E l'idea del torneo solo per dare uno stimolo in più ai giocatori. Fu così divertente, fu così speciale, che il rito venne ripetuto annualmente. E con gli anni sono aumentati l'impegno, la cura nella preparazione, la passione e anche la competitività perchè no. Perchè ormai vincere il Pisquano Fantasy è diventato motivo di vanto, entrare nel prestigioso albo d'oro qualcosa di cui essere orgogliosi.

E quindi eccomi di nuovo qui a preparare la nuova edizione. Questa volta con la difficoltà aggiunta che tutto dovrà essere pronto o quasi per aprile. Ancora una sfida da affrontare per portare in porto una nuova divertente, emozionante e indimenticabile giornata. Cosichè tra altri 10 anni celebreremo un altro anniversario nel ricordo delle innumerevoli avventure vissute insieme, con la consapevolezza di aver costruito attraverso gli anni qualcosa di speciale, unico, qualcosa che in qualche modo ci unisce nella condivisione di una passione.

Vi lascio con le solite, criptiche righe di presentazione dell'avventura, nascosti tra le quali potrete divertirvi a scovare indizi e anticipazioni:


Nessuno avrebbe accettato quella missione.
Nessuna ricompensa li avrebbe spinti ad andare in quel luogo.
Nulla li avrebbe convinti a collaborare.
Ma loro lo hanno fatto.
Il motivo è molto semplice: non avevano scelta.
Presto nulla sarà più quello che sembra e dovranno combattere una lotta senza respiro,
quando si troveranno ad affrontare la minaccia più grande: